Overblog
Editer l'article Suivre ce blog Administration + Créer mon blog

Quando il nostro modo di navigare online (e non solo) ha cominciato a essere condizionato da Amazon, Google e Facebook?

Chi ha permesso una crescita senza precedenti di queste potentissime aziende con grosse conseguenze per tutti noi (dalla pirateria in ambito editoriale, musicale e cinematografico alla riduzione della nostra privacy)?

Perché oltre 50 miliardi di dollari all’anno sono passati dalle mani di artisti, editori, scrittori, musicisti a quelle delle piattaforme digitali monopolistiche di proprietà di questi colossi?

E come mai nessuno si è opposto a questi cambiamenti generando così uno squilibrio di potere che ha portato Amazon, Google e Facebook a godere di un’influenza in campo politico pari a quella dei colossi petroliferi (Big Oil) e farmaceutici (Big Pharma)?

Jonathan Taplin descrive in maniera chiara e appassionante queste grandi aziende, come sono nate, chi le controlla, quali sono i loro veri obiettivi e soprattutto perché dobbiamo fermarle subito!

“La grande truffa dell’era digitale… e l’uomo che la combatte”
The Guardian

“Una concentrazione di potere così non si vedeva da più di un secolo. Un rischio per gli utenti e per la democrazia, denuncia Jonathan Taplin”.
Il Corriere della Sera

Jonathan Taplin: “I monopoli digitali sono una minaccia per la democrazia”
La Stampa

“Come arginare il potere di Google, Facebok e Amazon”
Internazionale

“Uno strapotere che non vede la realtà”
Il Sole24Ore

“Soldi, potere e privacy: ora i giganti fanno paura”
Il Giornale

“Un’accusa feroce di avidità e arroganza”.
The Guardian

“Un libro rivoluzionario… Se vuoi capire dove la tecnologia ci porterà nell’era di Trump, metti da parte un po’ di tempo per leggere questo libro.”
AlterNet

“Chi possiede Internet? Cosa significa per la nostra cultura il monopolio di Amazon, Google e Facebook”
The New Yorker

“Non fatevi ingannare dalla retorica hippie, i nuovi magnati del Web sono avidi come i vecchi ladri di oro”
The Times

ACQUISTA ONLINE

 

Pour être informé des derniers articles, inscrivez vous :
Commenter cet article